Un artista “spagnolo” a Roma / A “Spanish” Artist in Rome (ita-eng) – Dr. Eleonora Simi Bonini

N. 1

Ettore Ximenes (Palermo 11/4/1855 – Roma 20/12/1926) discendeva da una nobile famiglia di origine spagnola. Studiò all’Accademia di Belle Arti a Palermo, si trasferì in seguito a Napoli e a Firenze dove rimase influenzato dall’arte rinascimentale. Dopo un soggiorno a Parigi ritornò nel 1894 ed ebbe la direzione dell’Istituto d’Arte a Urbino. Iniziò la sua attività e produsse molte opere scultoree a Roma: la quadriga in bronzo sul palazzo di Giustizia, la statua di Ciceruacchio al Gianicolo, il gruppo marmoreo ‘Diritto’ nel monumento di Vittorio Emanuele II, a Parma il monumento a G. Verdi e molte altre opere all’estero: Washington, New York, Kiev.
Fu anche pittore e illustratore insieme al fratello Edoardo della rivista Illustrazione Italiana di cui era vice direttore. Abitò a Roma in un bellissimo villino vicino piazza Galeno costruito nel 1902 dagli architetti Ernesto Basile e Leonardo Baldizzi partecipando al progetto decorativo. (Vedi n. 1) Conosciuta come Villa Ximenes è per Roma uno splendido esempio di liberty, costruito all’esterno con blocchi di tufo scuro siciliano con decorazioni in stucco e marmo bianco, in cima una torretta con 4 galli e con un prezioso e raffinato interno ricco di decorazioni e pitture. Alcuni anni dopo la sua morte la villa è stato ceduta ad una istituzione religiosa che ne ha fatto un collegio universitario, si può visitare.
Ximenes era spesso presente nel salotto di Sgambati di cui era amico, come ultimo ossequio alla sua morte fece il ritratto funebre contornando il suo viso con delicati e colorati fiori. (Vedi n. 2) Il ritratto è ora proprietà dei Beni Culturali e si trova presso il Museo degli Strumenti Musicali di Roma.

 

N. 2

Ettore Ximenes (Palermo, 11/4/1855 – Rome 20/12/1926) descended from a Spanish noble family. He studied in the Academy of Arts in Palermo, then he moved to Naples and in Florence, where he was influenced by Renaissance art. After a stay in Paris, he came back in 1894 and became director of the Academy of Arts in Urbino. He began his activity and made many sculptures in Rome: the bronze quadriga on the Palace of Justice, the statue of Ciceruacchio (1) on Janiculum Hill, the marble group ‘Diritto’ (Right) on the monument for Victor Emmanuel II of Italy, the monument for G. Verdi in Parma and many other works abroad (Washington, New York, Kiev).
He was also painter and illustrator together with his brother Edoardo for the magazine Illustrazione Italiana, of which he was vice-director. He lived in a beautiful villa near Piazza Galeno, built in 1902 by the architects Ernesto Basile and Leonardo Baldizzi, participating in its decorative project (see n. 1). Known as Villa Ximenes, it is a wonderful example of liberty for Rome, built outside with Sicilian dark tuff blocks, with decorations in stucco and white marble; at the top there is a little tower with four roosters; inside there are rich, precious and refined decorations and paintings. After Ximenes’ death, the villa was sold to a religious order, which transformed it into a campus; it is possible to visit it.
Ximenes was often a guest in Sgambati’s house; they were friends and as a last homage upon his death, he painted his funeral portrait with delicate and colourful flowers around his face (see n. 2). The portrait is now the property of the Ministry of Culture and is in the Music Instruments Museum of Rome.


1) T. N.: Angelo Brunetti (1800 – 1849), known as Ciceruacchio (“fat” in old Roman dialect), was an Italian patriot, who fought for the Roman Republic during the Italian Unification period (Risorgimento).

(Translation by Marina Madeddu)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...